Archivio
Gen, 2013

Gen 29, 2013   Pubblicato da: Alessandro Vizzino

“La culla di Giuda” presentato a Roma

Presentazione a Roma, Oasi UrbanaPresentato a Roma,
all Oasi Urbana di Via Urbana 107,
La culla di Giuda,
domenica 27 gennaio 2013

 

Il tutto all’interno di uno splendido contesto letterario, che ha visto coinvolti, insieme ad Alessandro Vizzino, la poetessa Michela Zanarella (Meditazioni al femminile) e gli scrittori Giovanni Garufi Bozza (Selvaggia, i chiaroscuri di personalità) e Alessio Miglietta (Grunge 1984).

Simpaticissimo e attento coordinatore dell’incontro Lucandrea Massaro, giornalista e direttore di Radiovortice.it

La sorpresa finale, non programmata, è stata un prodigioso intervento dell’attore Giuseppe Lorin, che ha magistralmente interpretato un passaggio di Grunge 1984.

Nel video che segue i momenti salienti di questo fantastico pomeriggio di letteratura, cultura e amicizia.

 

Nessun commento Pubblicato in: 3. EVENTI   |   MEDIATECA
Gen 28, 2013   Pubblicato da: Alessandro Vizzino

GIUDA: Recensione di Michela Zanarella

Michela ZanarellaRecensione de La culla di Giuda, su Storie di Libri,
a cura di Michela Zanarella.

Recensione

Dopo il successo del primo romanzo thriller SIN, Alessandro Vizzino torna
con un una nuova pubblicazione di grande impatto, La culla di Giuda, edita da Edizioni DrawUp, che si apre con una citazione di Giacomo Casanova.

Vizzino sorprende il lettore già dalle prime pagine con un intreccio di situazioni esilaranti. Il protagonista del romanzo è Valentino Mastro, investigatore privato, ex poliziotto. Un misterioso furto nel museo di San Marino porterà il personaggio in varie città d’Europa, alla ricerca di nove strumenti di tortura. Si parte da Rimini fino a raggiungere Messina, toccando anche Spagna e Francia. Compagni di avventura saranno il socio Max,  la compagna di Mastro, Lidia, poliziotta e sua ex collaboratrice, Tiziana, assistente fondamentale per ogni decisione nel lavoro.

La trama s’infittisce tra mille colpi di scena, viaggi e situazioni rocambolesche, con un ritmo incalzante
e coinvolgente. Massoneria, Santa Inquisizione, saranno lo sfondo di una storia che vede Vizzino ottimo dispensatore di aneddoti storici, in una sorta di ricostruzione attenta del passato. I capitoli brevi, mai appesantiti nel linguaggio, si mantengono fluidi e scorrevoli, rendendo l’opera davvero intrigante. Con un sapiente dosaggio delle situazioni, Vizzino riesce a mantenere viva la narrazione, i frequenti cambi di scena, la dimensione del viaggio non solo nei luoghi ma anche nel tempo, con diversi riferimenti ad accadimenti del passato, diventano gli elementi esemplari per un romanzo che convince e appassiona.

La culla di Giuda si legge tutto d’un fiato, quasi a voler risolvere nell’immediato l’enigma, si viene catturati e catapultati in un mondo frenetico e affascinante. Vizzino è abile nella stesura dei contenuti, il suo è un taglio narrativo pulito, semplice, dai tratti e dai caratteri assolutamente originali. L’autore sceglie anche le straordinarie risorse del dialogo, sa dare energia alle parole con uno stile tutto personale.

(Michela Zanarella)

Clicca qui per leggere la recensione completa

Nessun commento Pubblicato in: 1. RECE E COMMENTI   |   MEDIATECA