Sara Cespoli su SIN

Sara Cespoli, 22 Maggio 2012

Ieri notte ho finito Sin!!! Commenti a caldo? Mi è piaciuto moltissimo, davvero, anche se non è il mio genere di riferimento. Non vorrei svelare troppo per chi ancora non l’ha letto perciò devo misurare le parole che riguardano la trama… È un libro che ti trascina, che ti induce alla riflessione, e questo è un bel pregio. Soprattutto, è estremamente plausibile, anche se è ambientato in un futuro ancora un po’ lontano. La tecnologia, spinta agli eccessi, mi ha sempre fatto paura, e se è mischiata all’incapacità umana di dosarne i poteri, diventa un cocktail davvero esplosivo e… allarmante. Se poi i protagonisti “dietro le quinte” sono la brama di potere e di soldi, che investono ogni livello della società, ogni istituzione, ogni persona, e ne facciamo degli dei cui inchinarci, davvero Sin lascia molto amaro in bocca.

Un’occasione per fare un bell’esame di coscienza, visto che si parla dei peccati descritti dai dieci comandamenti, perchè ognuno ha un peccato, grande o piccolo, da confessare, sempre. Fa parte dell’umanità, non possiamo fare a meno di compiere peccato, anche inconsciamente. I protagonisti del libro hanno tutti peccato, in misura maggiore o minore, chi si riscatta alla fine è chi crede nell’amore NONOSTANTE TUTTO! Questo è il messaggio positivo che mi viene da recepire dalle pagine di Alessandro. E l’immagine finale… per caso Alessandro stai già pensando a un seguito? Complimenti, complimenti davvero. Per una scrittrice emergente leggere un libro che si appresta ad essere un caso editoriale ti sprona proprio ad andare avanti con i progetti nel cassetto!

È scritto con una sintassi precisa e scorrevole allo stesso tempo, anche quando si va molto sul tecnico.
Amo l’utilizzo perfetto della punteggiatura, tanto di cappello all’editore che non ha lasciato un solo refuso! Davvero, è stato una gioia leggere questo libro! Scusate i post “trafelati” e staccati fra di loro che ho erroneamente incluso nell’ultimo intervento de La Ci. Questo dà il segno dell’emozione che ancora adesso sto vivendo mentre parlo di Sin, fresco fresco di lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.